1 febbraio 2019
Presso il Centro Medico Diagnostico Pa.ma.fi.r. è possibile eseguire il Cone Beam TC Cone beam è una tecnica di [...]
20 marzo 2015
A partire da lunedì 23 marzo 2015 il Centro Medico Diagnostico Pa.ma.fi.r. sarà convenzionato con il Servizio [...]
1 marzo 2014
Il Gruppo Pa.ma.fi.r. comunica a tutti gli assistiti dal fondo Unisalute che a partire dal mese di marzo la [...]
17 febbraio 2014
Presso il Centro Medico Diagnostico Pa.ma.fi.r. è possibile fare una diagnosi precoce dell’endometriosi [...]
4 novembre 2013
Si comunica che il servizio di Refertazione on line è momentaneamente sospeso. Ci scusiamo per il disagio [...]
10 ottobre 2011


È arrivato il Femto Laser per la chirurgia oculistica refrattiva

 

Da oggi presso Pa.ma.fi.r. Centro Medico Plurispecialistico si eseguono gli interventi di chirurgia oculistica refrattiva con il Femto Laser, un laser innovativo e di ultima generazione per la correzione di miopia, astigmatismo ed ipermetropia.

Grazie alla collaborazione del Dott. Dario Severino, Responsabile dell’Unità Funzionale di Oculistica della Casa di Cura “Suore dell’Addolorata” di Pisa, il nostro Centro è tra i pochi in Italia, il primo a Palermo, in grado di offrire questa rivoluzionaria tecnica di chirurgia oculistica.

 

LE TECNICHE TRADIZONALI DELLA CHIRURGIA REFRATTIVA

La chirurgia refrattiva per la correzione di miopia, astigmatismo ed ipermetropia ha fatto nell’ultimo decennio passi da gigante. Le tecniche più utilizzate fino ad ora sono state la Lasik (o cheratomileusi) e la PRK (o fotoablazione). Entrambe utilizzano un laser ad eccimeri per trattare la cornea, che viene modellata per raggiungere una condizione quanto più vicina possibile all’emmetropia (assenza di difetto visivo). Però, mentre la Lasik modella lo strato stromale (centrale) della cornea dopo avere creato un flap, cioè un taglio lamellare microscopico semicircolare con una lama, la PRK agisce superficialmente dopo avere rimosso l’epitelio corneale con una spatola.

 

LA NUOVISSIMA TECNICA FEMTO

Recentemente è stata messa a punto una nuova tecnica a laser pulsato a femtosecondi (FEMTO), che utilizza luce infrarossa con spots della grandezza di pochi micron e di breve durata, inferiore rispetto ai laser ad eccimeri.

L’innovazione rivoluzionaria di questo nuovo tipo di trattamento sta nel fatto che i tessuti vengono trattati solo con il laser e non più tagliati chirurgicamente con bisturi o lame. Ciò garantisce una maggiore precisione e sicurezza dell’intervento e, per l’assenza di ferita, tempi di recupero post operatori più rapidi.

 

IN CHE COSA CONSISTE?

Lo spot del femto laser crea un taglio senza usare la lama: agendo con un movimento curvilineo all’interno della cornea, fa resezioni corneali piccolissime. In questo modo il flap risulta estremamente preciso e può essere riposizionato con una perfetta sovrapposizione. Dopo avere creato il flap, viene eseguita un’ablazione senza disepitelizzare la cornea tramite taglio di apertura, come nella Lasik, o abrasione, come nella PRK.

L’intervento dura circa cinque minuti per occhio. L’anestesia viene effettuata con gocce di collirio anestetico e non vi è alcun bendaggio post-operatorio.