Test Ergometrico
Servizio
Diagnostica Cardiologica
Settore
Cardiologia
Sigle e sinonimi
Prova da sforzo , Elettrocardiogramma da sforzo , ECG da sforzo , Test da sforzo
Descrizione esame
L’elettrocardiogramma da sforzo, detto anche test ergometrico, è un’indagine clinica che registra l’elettrocardiogramma durante l’esecuzione di uno sforzo fisico fino a carichi massimali previsti in base al sesso, all’età e ad altri fattori. Quest’esame serve per esaminare la risposta dell’apparato cardiovascolare all’attività fisica e per registrare eventuali alterazioni di tipo ischemico e cardiopatie latenti. Rispetto quindi al normale elettrocardiogramma, offre maggiori informazioni in quanto registra patologie non rilevabili in condizioni di riposo. L’esame è indicato per la cardiopatia ischemica e le manifestazioni ad essa correlate, l’aritmia, l’ipertensione arteriosa, l’angina pectoris e l’infarto miocardico nelle fasi successive all’episodio acuto. Serve anche a valutare la funzionalità cardiaca nei pazienti affetti da coronaropatia o in situazioni di scompenso cardiaco, e a stabilire i limiti dell’attività fisica per i pazienti affetti da scompensi coronarici.
La prova ha una durata complessiva di circa 20 minuti e si effettua in un ambiente attrezzato per affrontare eventuali complicanze.
Come si esegue
Si applicano sul torace e sul dorso del paziente degli elettrodi (placchette metalliche adesive) e si registra un primo elettrocardiogramma di riferimento a riposo. Poi il paziente incomincia lo sforzo fisico, pedalando su una cyclette oppure camminando su un tappeto rotante. Lo sforzo è progressivo: si incrementa aumentando gradatamente la resistenza dei pedali della cyclette o la velocità del tappeto rotante. Durante la prova viene registrato continuamente un elettrocardiogramma e si tiene sotto controllo la pressione arteriosa. Ciò consente non solo di valutare la tolleranza allo sforzo e la capacità di recupero del paziente, ma anche di diagnosticare eventuali anomalie.
Per effettuare il test è consigliabile non fumare da almeno 2 ore, non compiere grossi sforzi e presentarsi muniti di abbigliamento idoneo (tuta, scarpe da ginnastica, ecc.).
Preparazione
L’esame non richiede alcun tipo di preparazione dietetica o farmacologica. Non è necessario il digiuno e non provoca nessun dolore o fastidio.